sesso in macchina con zoccola pompino

Sesso in macchina con Zoccola Ucraina

Ho tradito per la prima volta mia moglie la scorsa settimana, ho fatto incontri di sesso in macchina con una zoccola ucraina. Prima passavo sempre dalla zona del porto e le vedevo ferme lì, tutte le prostitute, in attesa di cazzo. Ma non ho mai avuto il coraggio di fermarmi perché ero un bacchettone e credevo che mi sarei sentito in colpa a tradire.

Anche io avrei sofferto nel vedere mia moglie con un altro.

Poi gli anni sono passati, con mia moglie era finita l’intesa sessuale e io non facevo altro che leggere di racconti erotici di tradimenti, quindi mi sono detto che non c’era nulla di male a pagare per un servizio. Sarebbe stato come andare in gelateria o non so dove. Se vado in un luogo e pago per un servizio, mica è tradimento. Qua l’unica differenza è che finalmente mi svuoto le palle e godo come un maniaco sessuale.

Così ho realizzato il mio sogno di caricare una zoccola per fare del sano sesso in macchina avventuroso.

Sesso in macchina per la prima volta ma quanto costa?

Quindi, una sera esco da casa dicendo a mia moglie che vado a giocare a poker con gli amici (come capitava spesso) e invece guido in direzione del porto. Arrivo nella zona delle prostitute e rallento. Una stangona con la pelle bianchissima, gli occhi di ghiaccio da fata e i capelli lunghi neri si appoggia al finestrino e mi chiama “amore”, mi dice: “sei solo?” io faccio cenno di sì con la testa, mi sporgo sul lato passeggero e le apro lo sportello.

Sono un po’ agitato perché non so dove portarla per imboscarci e mi vergogno a chiederle subito quanto mi costa. Tanto che me ne frega dei soldi, voglio solo farmi una bella scopata bollente. I miei dubbi non hanno il tempo di formularsi nella mente che pensa a tutto lei. Mi indica la strada che devo prendere per imboscarci in una zona buia frequentata da altre prostitute con i clienti e mi chiede anche cosa voglio fare nello specifico.

Io le dico che voglio scopare senza preservativo, se è possibile. Lei fa una smorfia, poi sorride e dice: “No guanto, 80 euro”. Acconsento perché mi pare un prezzo giusto dato che non voglio sentire quel fastidioso preservativo fra la mia pelle e la sua fica calda da zoccola professionista.

sesso in macchina con zoccola

Kamasutra in macchina… mi sento un porno attore

La zoccola ucraina dagli occhi di ghiaccio mi sbottona i pantaloni con maestria e tira fuori il cazzo. Bastano tre secondi, il tempo di vedere la sua testa abbassarsi con lentezza che subito divento durissimo, un record! Con mia moglie non era mai successo di svegliarmi così in modo istantaneo.

Lei comincia a ficcarsi in gola tutto e a succhiare in modo delicato. Mentre mi spompina, mi massaggia le palle e mi accarezza la pelle su e giù con molta eleganza. Si vede che è una del mestiere. Mi sento subito in un film porno, come se ci fosse una telecamera a riprenderci e così divento esibizionista, voglio dare il meglio di me, sfogarmi e lei se li deve guadagnare gli 80 euro.

Mi dice di passare nel lato posteriore, abbassiamo i sedili per fare spazio ai nostri corpi vogliosi. Sesso in macchina vuol dire anche sapersi adattare. Lei si sdraia su di me ma dandomi le spalle, come una contorsionista da circo. Io sono pronto a indirizzarle il cazzo dentro la fica e sfondarla. Ogni nostro movimento è armonioso, ci precediamo, appena penso a una mossa lei subito mi aiuta e conduce la danza.

Schizzo sulla zoccola e mi innamoro di nuovo mia moglie

Si impala sul mio cazzo duro sempre dandomi le spalle e comincio a stantuffarla così, facendo forza sulle braccia e sollevando il bacino come se facessi un esercizio in palestra. È stupendo sentirla sopra di me così. Lei si muove bene, geme e recita la sua parte. Io vado su e giù, lei scivola sul cazzo dentro e fuori come se la sua fica fosse la custodia naturale del mio pene bollente. Sento tutto il calore di entrambi senza il preservativo e sono tentato di sborrarle tutto dentro.

Però mantengo la lucidità per non farlo, gliel’ho promesso. Quando sto per schizzare, esco e le imbratto tutte le chiappe. Lei si sdraia di peso sopra di me e ansimiamo mentre ci riposiamo un attimo.

In quel momento, mi viene in mente mia moglie che mi aspetta a casa, si sarà addormentata davanti alla tv che tiene accesa per farle compagnia mentre sono fuori. A pensarla così addormentata e difesa, mi arrapo di nuovo. Era da tanto che non mi eccitavo così pensando a lei e mi sa che le farò proprio dei bei racconti erotici ma lei non saprà mai che il protagonista sono proprio io!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su