Porno con suocera nella vita reale

Premetto che non mi sono mai piaciuti i racconti erotici né tantomeno i racconti erotici con protagoniste le suocere. Questo perché non sono un esibizionista, uno che si vanta delle proprie prodezze sessuali al bar con gli amici, ma stavolta voglio fare un eccezione e raccontare il mio porno con suocera nella vita reale.

Mi chiamo Matteo, sono un ragazzo di 25 anni e quello che ho vissuto è  diventato il mio porno con suocera preferito. Meno male che ho registrato tutto quindi posso riguardarlo quando voglio. Dio benedica gli smartphone e la possibilità di registrare di nascosto tutto ciò che accade.

Sono felice di questo spazio virtuale in cui potermi sfogare. Mi dà più soddisfazione raccontare il mio sesso con suocera qui a degli sconosciuti che non ai miei amici (a loro tengo tutto segreto perché non so cosa potrebbero fare).

porno con suocera

Porno con suocera incredibile

Sono sempre stato un incapace con le donne. A 25 anni mi ritrovavo ancora vergine come uno sfigato ma questo non lo sapeva nessuno. Non sapevo dove mettere le mani, come cominciare l’approccio, nonostante io abbia avuto molte fidanzate. Mi giustificavo con loro dicendo che volevo le coccole, un approccio più romantico e così rimandavo all’infinito le mie performance in camera da letto.

Tutto fino al giorno bellissimo in cui mi sono affidato alle cure di una suocera milf porca che mi hanno aperto il paradiso e da allora sono diventato uno stallone espertissimo delle pratiche sessuali.

Arriviamo al clou della storia. Quindi… stavo con l’ennesima fidanzata in modo casto. Lei, un giorno, mi invita a casa perché avrebbe dovuto avere casa libera (sperava di scoparmi finalmente) e invece, quando siamo saliti su, c’era ancora sua madre in salotto.

“Mamma, ma non dovevi andare dal parrucchiere?”

“La zia Lina mi ha fatto il bidone, ci andiamo domani. Lo sai che non mi va stare sola dal parrucchiere. Giacché siete qui, potreste andare a comprare qualcosa per la cena? Sto poco bene e non mi va di scendere a fare la spesa.”

“La prima volta che porto il mio fidanzato a casa e già lo spedisci a fare la spesa? Mica siamo i tuoi valletti! Dai, qua la lista della spesa che ci penso io e torno in un attimo. Non farmi fare queste brutte figure con gli ospiti.”

La mia fidanzata strappa la lista della spesa dalle mani di sua madre, mi dice di accomodarmi, di fare come se fossi a casa mia e che lei tanto torna presto.

Un po’ di imbarazzo iniziare ma dopo…

La porta dell’ingresso si chiude alle spalle della mia ragazza e io rimango solo con la suocera porca. È piuttosto anziana, si vede che è stata segnata dalla vita e più che una mamma sembra una nonna vogliosa ma io mi siedo lo stesso accanto a lei per buona educazione. A guardarla meglio, i suoni seni grossi e prorompenti un po’ mi agitano, così come la maschera di trucco che ha in faccia. Sembra una di quelle prostitute datate e tristi dei film cinesi.

All’inizio sono un po’ imbarazzato, non so cosa dire… poi lei comincia a fare conversazione e mi chiede quanti anni ho, cosa faccio nella vita. Sembra una di quelle mamme premurose che si preoccupano con chi diavolo esce la figlia. Era così, oppure stava già tentando di sedurmi? Mi mette una mano sulla coscia e quindi non ho più dubbi.

La mia paura del sesso, incredibilmente scompare come se non ci fosse mai stata in vita mia. Ma cosa sta succedendo? Mi sento durissimo e adesso so bene dove mettere le mani: sulle due grosse tette gonfie di latte andato a male che ho di fronte! Questi pensieri schifosi mi eccitano più di qualunque cosa… scopro che mi eccitano le milf, le vecchie consumate.

Lei vede che mi è diventato duro e dice:

“Devo fare per forza sesso con tutti i ragazzi di mia figlia per testare la loro bravura. Non voglio che mia figlia vada in giro con uno sfigato che non sa trombare.”

Io rimango in silenzio e sto per sborrarmi nei pantaloni dall’eccitazione.

Sesso con tartaruga

In meno che non si dica, me la ritrovo addosso tutta rugosa come una tartaruga che si muove veloce impalandosi sul mio cazzo eretto. Oddio come godo e come mi sta scopando questa mummia. Più penso a queste cose e più godo, lei è esperta e il suo alito sa di vecchio e di sigarette al mentolo come quelle che fumava la vecchia prozia di mia madre quando ero bambino.

Lei mi limona mentre mi cavalca in un modo pazzesco. Non faccio in tempo a sborrarle tutto dentro perché arriva la mia fidanzata dal supermercato. Guarda la scena, urla, fa cadere i sacchetti a terra e rimaniamo così per un attimo, tutti e tre congelati. Mentre lei ci fissa, senza volerlo sborro e gemo mentre le dico “scusa”, ormai non potevo più trattenermi.

Meno male che avevo lasciato il cellulare in modalità video da quando ero entrato. Così anche se non rivedrò più né la mia fidanzata né la sua mamma porca, almeno potrò spararmi le seghe all’infinito sul mio porno con suocera amatoriale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su